Nuove sovvenzioni per fare impresa in Costa del Sol

La Diputación de Malaga ha appena deliberato nuove sovvenzioni per fare impresa in Costa del Sol. Trattasi di aiuti finanziari destinati a cooperative, aziende agricole di trasformazione ed entità senza scopo di lucro, con la finalità di dare impulso allo sviluppo dell’economia rurale della provincia. La gastronomia qui in Costa del Sol è infatti una delle tante attrazioni turistiche della provincia di Malaga, come già abbiamo avuto modo di raccontare in precedenti articoli.  Queste sovvenzioni saranno dirette a supportare nuove iniziative, promozioni, investigazioni, progetti, corsi, seminari, partecipazioni a fiere e quant’altro possa contribuire a consolidare e rafforzare i settori dell’agricoltura, della pastorizia, della pesca e della relativa gastro-industria, intesa come trasformazione dei prodotti ricavati dai medesimi settori. Ogni entità può presentare fino a due richieste, potendo ottenere fino al 100% dell’importo del progetto quando il preventivo di spesa non superi i 10.000 euro, oppure fino all’ 85% nel caso di importo superiore, ma con limite massimo di 40.000 euro. Questo tipo di incentivo ha consentito in passato lo sviluppo di molte iniziative in provincia di Malaga, una su tutte il marchio “Sabor a Malaga” che unisce oltre 600 imprese tra produttori, distributori, esercenti al minuto e ristoratori, che hanno contribuito in questi anni a diffondere sul territorio i prodotti malagueñi ma anche ad aprire nuovi canali all’estero per la loro distribuzione. Saranno premiate con le sovvenzioni quelle iniziative dove prevalga la componente innovatrice e l’utilizzo di nuove tecnologie, dove venga promossa la diffusione di prodotti ecologici, così come i progetti imprenditoriali volti a sviluppare studi ed indagini che mettano in evidenza le peculiarità agricole e rurali della provincia. Quest’ultima caratteristica accomuna queste sovvenzioni elargite dalla provincia con quelle (molto più munifiche) contenute in un recente bando emesso dalla Junta de Andalucia, in regime di concorrenza competitiva, destinato alle piccole e medie imprese. Ciò vuol dire che per avere le sovvenzioni (a fondo perso) bisogna rispettare dei requisiti piuttosto stringenti, però l’importo normalmente in questi casi è più alto, nella fattispecie la copertura sarebbe pari al 45% dell’intero investimento per quanto riguarda le piccole e micro imprese, fino ad un massimo di 200.000 euro. Il bando in questione, pubblicato sul BOJA, è volto a incentivare lo sviluppo dei servizi turistici, con particolare riferimento alla creazione, modernizzazione e consolidamento di strutture turistiche ricettive anche rurali. Questo bando è veramente molto interessante e sovvenziona moltissime tipologie di spesa relative ad appartamenti, hotel, campeggi, “fincas” e più in generale tutte quelle strutture che possano accogliere  turisti, a conferma del fatto che in questi ultimi anni non solo le presenze turistiche sono aumentate in Costa del Sol (9.000.000 nel 2016, + 6,5% rispetto all’anno precedente), ma la domanda supera l’offerta, tanto che il comune di Torremolinos ha di recente promosso un incontro tra i sindaci dei comuni più importanti della Costa del Sol e la Junta de Andalucia per studiare nuove strategie economiche volte a consentire di migliorare le infrastrutture, i trasporti e in generale le risorse del territorio, al fine di sfruttare al meglio questa nuova ondata storica di turisti.

 

Fonti: “Ivecinos.es” del 21 aprile 2017, Camara de Comercio de Malaga, 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.